La clownerie è una forma di teatro centrata sull’essenzialità del gesto e dell’espressività corporea, nella quale il corpo diventa strumento comunicativo per eccellenza.

Non è difficile intuire come oggi il nostro corpo sia represso, irrigidito, strumentalizzato, in questa nostra civiltà tecnologica.

Ci rendiamo conto tutti che il nostro corpo non è più in grado di scegliersi uno spazio proprio, il suo naturale modo di essere, perché ogni cosa ci viene imposta, con precisione e metodicità, dalla moda, dall’abitudine, dalle convenzioni sociali …

E tutto questo ci ha fatto perdere la coscienza di quello che è il corpo umano e il dinamismo che ci sta dentro…

Prendere coscienza del proprio corpo è il lavoro preliminare per conoscere noi stessi!

Dobbiamo portare il nostro corpo a sentirsi, a riconoscersi in uno spazio naturale, e il miglior modo per prendere questa coscienza è Vivere il nostro corpo.

Il clown con la poesia del suo corpo che racconta, narra, salta, danza, corre e dona gioia è una figura che si presta moltissimo ad un lavoro educativo con bambini e ragazzi: permette di far emergere il proprio modo di relazionarsi con sé e con gli altri, aiuta a trovare canali di espressione prima inesplorati, consente di scoprire e sperimentare il proprio corpo svelando nuove incredibili potenzialità, favorisce lo sviluppo della personalità, della socializzazione, della conoscenza di sé …

Agnese Violetta (Agnese Iannuzzi)

 

La Pagina di Capitan Gioia